Torna alla Home Page
Home page: Editoriale e news nazionali Associazione Feder Casalinghe: obbiettivi, storia, struttura nazionale e locale Sede Nazionale federcasalinghe Sedi Locali: tutte le sedi Federcasalinghe regione per regione News utili nazionali e locali aggiornate Progetto Mamma Day: festa della mamma di Federcasalinghe
 
CHI SIAMO
COMITATO ESECUTIVO
PRESIDENTE NAZIONALE

ALCUNE BATTAGLIE VINTE

TAPPE DELLA NOSTRA STORIA

 
 
logo iscriviti
Le nostre sedi
Sedi Marche Sedi Abruzzo Sedi Lazio
LINK AMICI

 

Sei il visitatore numero

Contatore accessi gratuito

LA PRESIDENZA NAZIONALE
Segreteria di Presidenza: Giulia Cesaroni, Germana Antonelli, Anna Sciò


OBIETTIVO FAMIGLIA / FEDERCASALINGHE
c/o REGUS –Viale Luca Gaurico, 9/11 –00143 –ROMA
Tel 338
762 7321 - Fax 06.68808489

Siti Web: www.donne.it - www.obiettivofamiglia.it
Mail: federica.gasparrini@gmail.com - federcasalinghe.segreteria@gmail.com

 

LETTERA AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Articoli della Costituzione da Leggere con attenzione
n° 1 - 3 – 9- 29 – 30 – 31 – 35 – 36 – 37 – 54.

Art. 1
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 3.
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 9.
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. 

Art. 29.
La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio.
Il matrimonio è ordinato sull'eguaglianza morale e giuridica dei coniugi, con i limiti stabiliti dalla legge a garanzia dell'unità familiare.

Art. 30.
È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio.
Nei casi di incapacità dei genitori, la legge provvede a che siano assolti i loro compiti.
La legge assicura ai figli nati fuori del matrimonio ogni tutela giuridica e sociale, compatibile con i diritti dei membri della famiglia legittima.
La legge detta le norme e i limiti per la ricerca della paternità.

Art. 31.
La Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l'adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.
Protegge la maternità, l'infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo.

Art. 35.
La Repubblica tutela il lavoro in tutte le sue forme ed applicazioni.
Cura la formazione e l'elevazione professionale dei lavoratori.
Promuove e favorisce gli accordi e le organizzazioni internazionali intesi ad affermare e regolare i diritti del lavoro.
Riconosce la libertà di emigrazione, salvo gli obblighi stabiliti dalla legge nell'interesse generale, e tutela il lavoro italiano all'estero.

Art. 36.
Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa.
La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge.
Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.

Art. 37.
La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l'adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione.
La legge stabilisce il limite minimo di età per il lavoro salariato.
La Repubblica tutela il lavoro dei minori con speciali norme e garantisce ad essi, a parità di lavoro, il diritto alla parità di retribuzione.

Art. 54.
Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.
I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

Festa dei Nonni 2017

Il ruolo dei nonni nella famiglia italiana

  • affetto
  • esperienza
  • sostegno economico
  • caregiver

Questa festa, che in Italia si festeggia il 2 Ottobre, nasce negli Stati Uniti nel 1978, su proposta di una casalinga - Mirian Mc Quade - madre di 15 figli e nonna di 40 nipoti. In Italia viene introdotta nel 2005, con la legge 159.

E': "momento per celebrare l'importanza del ruolo svolto dai nonni all'interno della famiglia e della società in generale".

L'iniziativa di valorizzazione dei nonni compete soprattutto a "Regioni e Comuni".

Il Fiore ufficiale è il: Myosotis o in gergo "Non ti scordar di me"; Due canzoni - inno: "Tu sarai" e la "Canzone italiana dei nonni";

Come la festeggiamo insieme? Una festa prevede musica, canti, una merenda o una cena. Quindi Pomeriggio o Sera. Alle sedi la scelta.

**************

Lo scorso anno sono state realizzate 26 manifestazioni.
Alcune Sedi hanno lavorato con le scuole, devo dire con grande successo.
Altre hanno promosso allegre manifestazioni con musica e ballo.
Altre hanno preferito incontri e dibattiti.

Anche quest’anno siete libere di organizzare la giornata della “Festa dei Nonni” come volete. Il 2 Ottobre non è una data obbligatoria per la manifestazione. Importante è che si svolga in Ottobre. Il regolamento sarà inoltrato da Giulia e Angela, che seguono la Festa dei Nonni 2017 e la corrispondenza deve avvenire con la Mail: federcasalinghe.segreteria@gmail.com

Nota Bene:

  • Domina, in quanto partner, illustrerà i propri servizi attivi sul territorio quale il sostegno alle famiglie nella gestione del rapporto di lavoro domestico;
  • Federcasalinghe e Domina, in accordo, sceglieranno le sedi che avranno il sostegno economico per l'organizzazione dell'evento;
  • Potete trovare qualche sponsor locale? Certamente. Se avete il codice fiscale della sede tutto ok. In caso contrario i piccoli contributi economici possono  essere dati come socio sostenitore.
  • Ricordatevi di coinvolgere il Comune che è tenuto, per legge, a partecipare alle manifestazioni della "festa dei nonni"

Come ci colleghiamo con il territorio?
Sarebbe bello coinvolgere Asili e Scuole Elementari o Medie chiedendo agli insegnanti di proporre ai bimbi un disegno o una foto sul tema: "I miei nonni".

Esporremo durante la festa i lavori dei bimbi, uno staff formato da persone dell'Associazione ed Insegnanti sceglierà i 2 migliori, che saranno spediti a Roma (alla sede nazionale dei Nonni). Successivamente un Gruppo di Esperti sceglierà i 10 migliori e a casa, per Natale, arriverà ai vincitori un dono.

 Buon lavoro!!
  Aspettiamo le vostre decisioni.

BONUS MAMMA DOMANI

l premio è corrisposto direttamente dall’INPS su domanda della donna gestante o della madre del minore. L’Istituto, provvede al pagamento dell’importo di 800 euro per evento ed in relazione ad ogni figlio nato o adottato/affidato.
La domanda può essere presentata a decorrere dal 4 maggio 2017 per gli eventi verificatisi a partire dal 1 gennaio 2017 e comunque entro l’anno di nascita del bambino.

 

UN RICONOSCIMENTO PER TUTTA L'ASSOCIAZIONE

cavalierato

 

Relazione per la Commissione XI - Camera dei Deputati

Il 26 gennaio, FEDERCASALINGHE è stata in audizione alla Commissione Lavoro XI della Camera dei Deputati. Pubblichiamo il documento che abbiamo presentato.
L'oggetto dell'incontro è la riforma del lavoro accessorio pagato con i voucher-lavoro, secondo cui il lavoro accessorio è uno strumento di democrazia che permette l'inclusione sociale e coesione territoriale.

RELAZIONE AUDIZIONE INFORMALE
COMMISSIONE LAVORO  XI - CAMERA DEI DEPUTATI

Il ritorno allo spirito iniziale dell'art. 70 della legge Biagi, che il PDL Damiano, Ciprini ed altri prospettano, trova l'apprezzamento dell'Associazione Obiettivo Famiglia/Federcasalinghe.

In particolare valutiamo molto positivamente che "le casalinghe" siano reinserite - in modo esplicito - tra le categorie che possono "svolgere prestazioni di lavoro accessorio", nel mercato del lavoro retribuito.

Nelle successive modifiche, queste lavoratrici erano state incluse nell'ambito "inattivi" con evidente sottovalutazione del valore del lavoro familiare da esse svolto.

La possibilità, per alcune categorie specifiche, di poter integrare il reddito attraverso il lavoro accessorio è un elemento di democrazia ed equità che chiediamo sia rispettato.

Non sempre e non tutti desiderano o possono permettersi, o possono trovare un'attività lavorativa contrattualizzata nei tempi e nei modi.

In particolare le "casalinghe" dovendo gestire nuclei familiari che necessitano di particolari cure, vedono nel lavoro accessorio l'unica concreta opportunità di integrare il reddito familiare, anche se con cifre modeste - ma spesso indispensabili.

Infatti questa tipologia di lavoro permette una scelta nei tempi, nella quantità di ore lavorate e nella diversità dei servizi offerti.

Le casalinghe in Italia sono settemilionicinquecentomila (7.500.000). Un numero importante di lavoratrici, che portano con sè esperienze, competenze, capacità di scegliere e gestire.

A loro nome chiediamo alla Commissione Lavoro , a tutto il Parlamento, al Governo di:

  • mantenere il lavoro accessorio quale strumento di inclusione sociale e coesione territoriale;
  • introdurre il diritto alla formazione per le persone che "comunicano la loro disponibilità" ai servizi per  l'impiego o ai soggetti accreditati (v. art. 7 Decreto L.vo 276 del 10 settembre 2003);
  • rendere assolutamente minimo l'eventuale costo della tessera magnetica (comma 2 art. 49 Damiano, Ciprini, Polverini altri);
  • prevedere per i soggetti accreditati (v. art. 7 Decreto L.vo 276 del 10 Settembre 2003) la possibilità di coincidenza della funzione di "rivenditore autorizzato" dei voucher lavoro e di "concessionario". Questo al fine di razionalizzare e rendere meglio tracciabile il percorso del voucher stesso, quale mezzo di riconoscimento economico del lavoro prestato;
  • elevare a 6.000 Euro/anno il limite previsto di 5000 Euro. Equivale ad un reddito di 500 Euro/mese

Federcasalinghe sta studiando, con le donne tutte le nuove possibili figure legate al lavoro accessorio, e non inquadrabili diversamente; ad esempio citiamo:

  • Tutor di quartiere
  • Supporto informatico a domicilio
  • Cuoco a domicilio
  • Personal shopping
  • Pronto intervento baby-sitte
 
 
Link amici
     
| Home | | Chi Siamo| | Sede Nazionale| | Sedi Locali|  | News|  | Mamma Day|   | Contatti|
 
Associazione Federcasalinghe - Obiettivo Famiglia - Sede Nazionale: - c/o Regus, viale Luca Gaurico , 9/11 - 00143 - Roma
Tel: 338 762 7321 - Fax: 0668868489 e-mail: federica.gasparrini@gmail.com - federcasalinghe.segreteria@gmail.com
P.Iva 01974981001 (In ottemperanza Dpr n. 404) - PEC: federcasalinghe@pec.readytec.it (in ottemperanza DLgs n.185 del 29/11/08)