Home page: Editoriale e news nazionali
editoriale

A tutte, a tutti

BUON NATALE E BUON ANNO 2019!

Il 2018 è stato un anno non sereno, segnato da gravi incidenti e sofferenze. Un anno in cui stiamo assistendo ad una realtà che mi preoccupa molto: siamo passati, proprio oggi – 22 dicembre 2018 – dall’essere una Repubblica Parlamentare, ad essere una Repubblica Governativa.Speriamo sia un evento unico e mai più ripetuto, per il bene del Paese.

Noi guardiamo avanti, con fiducia. La nostra Associazione, attraverso l’attività continua e preziosa delle Rappresentanti ha creato coesione fra le persone, aiutato le famiglie più in difficoltà, promosso crescita culturale. Ne sono molto orgogliosa e sono consapevole della realtà che ogni nostra Rappresentante è una leader forte e generosa.

In questo anno, a livello nazionale, abbiamo lavorato per rendere possibile una crescita dell’associazione. Continueremo a collaborare per la formazione con DOMINA e SCUOLA CENTRALE DI FORMAZIONE.

Abbiamo firmato importanti accordi per la formazione, con:

  • FABRICK
  • SELLALAB GRUPPO BANCA SELLA
  • ISTITUTO CORTIVO
  • STUDIO CASIGLIA RONZONI
  • MBA MUTUA
  • PEGASO UNIVERSITA’ TELEMATICA

Nostro comune obiettivo: MOLTE DONNE E GIOVANI IMPRENDITRICI/TORI O AUTOIMPRENDITRICI/TORI

Questa la possibile riscossa delle casalinghe, oggi FAMILY MANAGER.

Con affetto,
Federica

editoriale 2

EDITORIALE PRECEDENTE

Carissime/i,

Ancora non è stata presentata la proposta di legge da parte del Governo, ma è stata “postata” in finanziaria la cifra per l' attuazione del Reddito di Cittadinanza. Non so se chiedere un incontro, e vi chiedo un parere scritto.

Nelle diverse dichiarazioni di Governo e maggioranza si collega in modo forte il diritto a ricevere il famoso Reddito di Cittadinanza alla partecipazione a corsi di formazione ed alla ricerca di un lavoro retribuito.

Fino a quì tutto bene! Ma le casalinghe che “lavorano” quotidianamente e gratuitamente per il loro nucleo familiare, vengono penalizzate ed emarginate?

Temo che si profili una pesante discriminazione contro di loro. Eppure in Italia la povertà è “giovane donna con figli sotto 5 anni”. Per loro dovrebbe essere considerato prioritario il diritto al “Reddito di Cittadinanza” ed il lavoro di “cura ed assistenza” che svolgono dovrebbe valere quale “formazione”.

Questa “formazione” potrebbe essere integrata con poche ore di specializzazione, che permettano poi di ricevere “un attestato d'idoneità all'attività di Assistente familiare” pur con diverse declinazioni, secondo le attitudini. Questo Governo è sordo e cieco, oppure, ritenete giusto comunque tentare un confronto?

Attendo una Vostra risposta. Scrivete alla mia mail: federica.gasparrini@gmail.com

N.B. Non vi invio il testo del Reddito di Cittadinanza, perché non c’è.

Un abbraccio, Federica

| Home | | Chi Siamo| | Sede Nazionale| | Sedi Locali|  | News|  | Mamma Day|   | Contatti|
 

Associazione Federcasalinghe - Obiettivo Famiglia - Sede Nazionale: - c/o Regus, viale Luca Gaurico , 9/11 - 00143 - Roma
Tel: 338 762 7321 - Fax: 0668868489 e-mail: federica.gasparrini@gmail.com - federcasalinghe.segreteria@gmail.com
P.Iva 01974981001 (In ottemperanza Dpr n. 404) - PEC: federcasalinghe@pec.readytec.it (in ottemperanza DLgs n.185 del 29/11/08)

 
  Web Design & Power: Vcom.it